venerdì 24 giugno 2011

Le 5W del PD

Who, What, When, Where, Why, sono una regola fondamentale del giornalismo.
Queste domande possono essere poste, riadattandole, per provare a capire il Partito Democratico,quello italiano ovviamente, non l'originale statunitense.
Il PD ambisce ad essere un partito di governo, ma pare essere l'eterno secondo, un po' come Raymond Polidour al Tour de France. Ma se Polidour doveva "combattere" contro autentici fuoriclasse del calibro di Anquetil, Mercks e Hinault, il Partito Democratico ha "perso" molto spesso per demeriti propri, demeriti che si chiamano principalmente: mancata costruzione di un progetto alternativo al berlusconismo.
In questo articolo scritto per il blog del Passatore (che vi linko), sono poste alcune domande, prendendo spunto dalla teoria delle 5W.
La domanda, alla quale è difficile rispondere è: riuscirà il PD a costruire un serio progetto politico alternativo al berlusconismo?

Nessun commento: