giovedì 17 febbraio 2011

FLI: la festa appena cominciata, è giù finita?

Così recitavano i primi versi di una famosissima canzone del grande Sergio Endrigo.
Fare Futuro è già alla frutta? difficile dirlo, ma sicuramente non passa un bel momento. Molto a mio avviso è dato dalla pochezza di certi elementi che lo compongono, scesi in politica senza chissà quali meriti, sempre pronti ad andare dove tira il vento. Fini ha detto: "è il potere finanziario del Premier". Ma se così fosse, non sarebbe meglio perderla che trovarla certa gente, così pronta a "vendersi"? Una classe politica dovrebbe essere formata con gli elementi migliori... FLI in questo momento sembra un'accozzaglia non bene amalgamata. Il progetto è nato con parecchi passi falsi, vedremo cosa succederà in futuro, ma il fronte berlusconista, per vari motivi, si sta ricompattando. Forse che i timori non siano solo quelli del premier? troppo facile in italia cambiare casacca e non doverne mai rendere conto. Churchill già lo disse 60 anni fa: strano popolo gli italiani, prima della guerra 50 milioni di fascisti, dopo la guerra 50 milioni di antifascisti, ma io non conosco 100 milioni di italiani. Essere lo zimbello del mondo non fa piacere. perlomeno a me, non fa per niente piacere, anche perché io non mi sento rappresentato da questa gente, anzi me ne dissocio oramai da parecchi anni. Sperando che un Churchill del futuro non mi consideri come sono stati considerati certi altri italiani. ci tengo in questo caso a sottolineare la mia differenza.

Nessun commento: