martedì 19 agosto 2008

Genitori dementi per figli dementi.


Che la demenza giovanile imperante sia in gran parte colpa dei genitori è fuori di dubbio.

Quando ero bambino io se prendevi una sgridata dalla maestra arrivato a casa le buscavi anche. Oggi invece se ti danno un brutto voto arrivano a scuola genitori inviperiti che inveiscono contro gli insegnanti. Forse bisognerebbe collocare delle Spandau davanti ai portoni delle scuole.

Il fatto scandaloso che voglio narrarvi è questo: 5 teppistelli della provincia di Savona hanno devastato una scuola, colti praticamente in flagranza di reato dai Carabinieri, quando sono stati chiamati i genitori questi hanno inveito contro i militari dell'Arma che li avrebbero disturbati durante il sonno. I genitori dementi dei figli dementi hanno poi inveito contro i militari, dicendo che i loro figli erano innocenti, nonostante le prove inconfutabili nei loro confronti.

Bisognerebbe fare pagare 1 milione di euro a ciascuno dei genitori e fargli fare un annetto di galera al posto dei figli; magari la prossima volta nasceranno figli più educati.

7 commenti:

rokko ha detto...

Sarà un caso se stiamo rapidamente ed inesorabilmente scalando le vette delle classifiche mondiali in termini di ignoranza e mancanza di cultura ?

Non sarà anche colpa dei genitori di oggi, troppo ignoranti essi stessi per non avere sentimenti stupidi di rivalsa verso professori, carabinieri e quant'altro rappresenta la socieà civile ?

E il progressivo declino economico dell'Italia, sarà anche quello un caso ?

Non so perché, ma a me tutti questi fenomeni sembrano correlati fra di loro ...

Nicola Andrucci ha detto...

oggi stiamo veramente toccando l'apice, quando ero un bambino io (non parlo di secoli fa) certe cose non succedevano

Uhuru na usalama ha detto...

E' davvero pazzesco!questo al tg non lo hanno detto però...(non mi stupisco).Comunque dare dei dementi sia a genitori che figli è davvero poco;la maleducazione e il rispetto praticamente nullo,non solo per le persone,ma anche per le cose pubbliche,la fanno ormai da padrone.e i genitori sono gli unici responsabili:come dici tu,quando ero piccola,se sbagliavo una sculacciata non mancava oltre,ovviamente alla spiegazione del perchè una certa cosa non si poteva fare;ora se un genitore fa una cosa del genere arrivano gli assistenti sociali.i ragazzini sono super viziati e gli si giustifica tutto con la scusa che sono giovani.ma che vuol dire?!il rispetto non ha età!

Saamaya ha detto...

Ne sono convinta che il buon esempio parte esattamente da noi adulti, genitori, educatori.

Wil ha detto...

I piccoli, non credo abbiano mai colpe: l'educazione che gli verrà impartita, e le esperienze a cui assisteranno, saranno un marchio indelebile per il futuro.

Ho sentito bambini e bambine di 7 anni mandare affanculo la maestra, non scherzo, stavo misurando delle superfici all'interno di una scuola elementare di provincia.

Bambinette truccate con il caffè in mano spettegolavano felici, maestri giovani o troppo vecchi subivano gli insulti e le angherie dei piccoli.

Poi a casa, 8 ore di playstation nella stanza dei giochi.

E' brutto da dire, ma senza autorità (ovviamente che non usi ne violenza, ma che sia costruttiva ed intelligente) non si va da nessuna parte.

I genitori che picchiano o insultano gli insegnanti è poi scandaloso. Una volta il maestro era una figura rispettata, quasi temuta, preparata e seria.

Ma credo sia nell'interesse di questa classe dirigente abbassare il livello culturale, la regressione a cui stiamo assistendo permette infatti loro di mantenere il potere senza problemi.

Sveglia.

Nicola Andrucci ha detto...

wil, quando mandano solo affanculo la maestra sono già "educati", alcuni le minacciano e si portano a scuola pure i coltelli.
Poi arrivano i genitori che li difendono a spada tratta.
C'è un livello di ignoranza civile che 100 anni fa non c'era: invece che andare avanti, andiamo indietro...

Andrew ha detto...

davvero non so che dire...