domenica 20 gennaio 2008

Veltroni come Forrest Gump: corre da solo


Veltroni ha lanciato la sua sfida: il PD correrà da solo alle prossime elezioni, con proprie liste. Il Sindaco di Roma ha poi invitato Berlusconi a fare altrettanto.
I motivi di questa proposta? Per il PD credo stiano nella litigiosità presente nell'attuale Centro Sinistra, che fatica a trovarsi d'accordo pure sulle questioni più elementari. I partiti minori fanno le bizze sulla legge elettorale, non si trova un'accordo, allora Veltroni ha deciso di correre da solo.
Berlusconi cosa farà? Dubito che accetterà la sfida, poiché è molto probabile che il Cavaliere riuscirà, se non a ricompattare il Centro Destra, almeno a ritrovare qualche vecchio alleato, probabilmente Casini. Il leader UDC ha tanta voglia di tornare nei posti di potere che contano, quindi rinuncerà più che volentieri a quella (poca) dignità che gli è rimasta, per ritrovare lo scettro del potere. Casini negli ultimi anni è riuscito nell'impresa di esprimere la propria solidarietà, dopo le condanne e/o le prescrizioni, ad Andreotti, Dell'Utri e Cuffaro. Ottime scelte!
Fini ha già invitato Berlusconi a non abboccare, il Presidente di AN teme di finire ai margini della politica che conta e sta cercando di uscire da una situazione per lui difficile: è stato scavalcato da Berlusconi nel dialogo con Veltroni e si trova schiacciato tra Forza Italia e La Destra.
Perchè "Forrest Gump" Veltroni ha scelto di correre da solo? Perchè aveva voglia di correre...

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

5 commenti:

RondoneR ha detto...

speriamo che corra come Forrest allora... cioè lontano.. sempre più lontano!

Andrew ha detto...

Non capisco il comportamento di Veltroni...mah!

Nicola Andrucci ha detto...

@andrew: il comportamento credo sia chiaro, non è riuscito a compattare il centro sinistra sulla legge elettorale, allora cerca l'esploit, provare a vincere da solo, o meglio, "asciugare" i partitini e giungere a quel sistema che lui vede da sempre come punto di riferimento: il bipolarismo all'americana. Ma non sarà facile, poiché l'Italia non è pronta e chissà se lo sarà mai, per quel tipo di sistema.
@rondoner: speriamo che ricominci a correre pure l'Italia, ce ne sarebbe veramente tanto bisogno.
Bisogna cominciare a remare tutti nella stessa direzione, altrimenti sarà dura. Speriamo riesca a nascere pure in Italia un serio bipolarismo, in cui i partiti abbiano il rispetto reciproco e si pensi a "costruire assieme", e non solo a disfare, come troppe volte è successo.

enricodellacomunicazione ha detto...

lo ha fatto perché crede che il governo prodi duri ancora a lungo.E' un forte segnale, e anche una giusta tattica visto che gli italiani imbombati dai media sono stufi di vedere "l'unione" litigare.

Detto questo, 'mporta na sega, io non lo voto lo stesso.

Nicola Andrucci ha detto...

@enrico: :D