venerdì 25 gennaio 2008

Prodi e la Sinistra. Articolo di Maurysto.

Ricevo da Maurysto e pubblico:

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Riporto dalla Stampa di oggi uno stralcio di articolo :

".......in quella lunga notte e in questi giorni così travagliati Romano Prodi è tornato a confessare alla moglie Flavia, consigliera e confidente come nessun altro («Dopo tanti anni si entra in simbiosi e si somigliano persino le calligrafie...»), quella che è diventata l’ossessione del Professore: «Non posso pensare all’idea che possa tornare Berlusconi: bisogna fare di tutto per evitarlo. Di tutto»."

Ancora una volta l'errore di fondo di puntare solo ad evitare il comando all'avversario.
Il demone Berlusconi, l'indegno, il ladro, il malfattore dei conti pubblici e il dittatore mediatico da evitare come il danno maggiore per l'Italia.

Ma l'Italia non è quello che vuole o voleva Prodi.
L'Italia non vuole una politica costosa fine e celebrativa di se stessa.
L'Italia non vuole le immagini di Napoli.
L'Italia, laica e laicista, non vuole gli attacchi al Papa al quale ha sempre concesso di esprimere opinioni, opinabili.
L'Italia non vuole e non voleva questa sinistra.
E' quello che è risultato dal voto del 16 Aprile.

Ma questo non importa a Prodi.
Lui vuole solo evitare Berlusconi all'Italia.
Si dice che dai propri errori ciascuno di noi debba trarne insegnamento ed esperienza.
Evidentemente Prodi non segue questa regola.

Dimentica, il Professore, di aver precipitato l'Italia in un baratro economico spaventoso e non ditemi, ora, che ha risanato i conti pubblici come dice anche Ezio Mauro sulla Repubblica di oggi, perchè non ha fatto altro che trasferire parte del debito pubblico, su ciascuno di noi.
Una sorta di artificio contabile : diminuisce lo scoperto bancario su un conto corrente, prelevando danaro da un altro, facendolo sconfinare dal limite imposto.
Poi dice : Visto ? Il debito è diminuito !
Certo trova chi ci crede, chi non sà leggere i numeri ed ascoltare la gente o palpare la realtà, ma gli italiani non credono alle favole.
E' finita la stagione del Professore e delle sue "fughe dalla realtà", fortunatamente per tutti, si volterà pagina.

Una pagina triste, certo triste per tutti, di destra e di sinistra, perchè la certezza sovrasta l'incerto e questo governo non ha fatto nulla per nessuno, se non per se stesso.

Governare contro il popolo non ha mai pagato nulla.
Tutti lo sanno, solo Prodi e chi lo ha votato hanno fatto finta di non saperlo.
Maurysto

32 commenti:

rokko ha detto...

Ci rimetto il commento già fatto:

@Maurysto, uno a casa sua con la moglie sarà libero di pensare (o fare) quello che vuole ?

Se vuoi saperlo, c'è un sacco di gente (me compreso) a cui fa schifo l'idea che torni Berlusconi, non per lui in se stesso, ma perché ci fa rivoltare lo stomaco l'idea che uno che possiede aziende per il valore di una finanziaria possa andare a fare la finanziaria stessa.

Per quanto riguarda il debito pubblico, quello va ridotto punto e basta, a meno di non voler precipitare in pochi anni al livello dell'Africa o dell'America Latina. Se non lo paghiamo oggi lo pagheremo fra qualche anno moltiplicato per dieci e così via.

Si può ridurre alzando la pressione fiscale o riducendo le le spese correnti o facendo tutte e due le cose. Prodi & co. lo hanno fatto prevalentemente nel primo modo, generando (giustamente, anche in me, non lo nego) malcontento nella gente, però il problema lo hanno affrontato, mentre il precedente governo ha cazzeggiato su questo punto per cinque anni.

Ora, poiché mi sembra inevitabile che si vada alle elezioni e che vinca il centro destra con Berlusconi premier, smettiamola con questi piagnistei della sinistra che odia Berlusconi: avrà già il voto della maggioranza degli italiani, non ha bisogno che la sinistra lo "ami", non ti pare ?

Piuttosto, assumiamo un atteggiamento disincantato e vediamo come affronteranno il problema del debito pubblico:

- se inizieranno a ridurre la spesa pubblica, nonostante abbia sempre votato a sinistra comincerò a votarli pure io, nonostante Berlusconi mi sia indigesto.

- se continueranno come Prodi & co. mi farò delle grasse risate

Tuttavia, io penso che faranno diversamente: tagliare la spesa pubblica non è uno scherzo, ma si può fare. Soprattutto, la spesa pubblica si può tagliare solo con provvedimenti a lungo termine, che hanno effetto dopo quattro-cinque anni, un orizzonte temporale che nessuno dei partiti attuali ha, riuscendo a vedere solo fino alla prossima elezione. Perciò, io ritengo che tireranno a campare, come nei cinque anni precedenti.

Staremo a vedere

Nicola Andrucci ha detto...

@rokko: lo avrei "riportato su" io, ma ho visto che hai già provveduto. Grazie

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: condivido in parte l'idea che il Centro Sinistra abbia avuto problemi per il fatto che la coalizione nacque "contro berlusconi". E' un mea culpa che hanno fatto in tanti e mi sento di doverlo fare anch'io.
Un governo troppo eterogeneo, che nessuno poteva sperare di tenere in piedi a lungo (troppe posizioni incompatibili, dalla laicità alla politica economica, dai temi della sicurezza a quelli sociali).
Con i se e con i ma, non si fa nulla, ma tornando indietro è chiaro che Mastella e Dini non dovevano stare dentro (non tanto perché hanno fatto cadere ieri il governo), ma perché, per tutta la legislatura hanno tirato per la giacca il "professore", pretendendo di comandare dall'alto del loro 0,1%... Mi rammarico che il porcellum non avesse avuto uno sbarramento al 10%.
Il Centro Sinistra è troppo frammentato mentre il Centro Destra, seppure tra qualche malumore, riesce a fare sempre quadrato attorno a Berlusconi.
Il centro sinistra ha 100 partiti con al suo interno 100 correnti. Sono rimasti alla prima repubblica, alla democrazia cristiana, dove la politica non la facevano i ministri, ma i dirigenti di partito.
La politica dovrebbe tornare in mano ai cittadini (o meglio, andarci). Questo tipo di Centro Sinistra ha fallito, lo disse pure Bertinotti e mi sento di concordare con lui.
Ora lo dico, poiché è da tempo che me lo tengo qui dentro: MAI PIU' CON I DEMOCRISTIANI, A COSTO DI STARE ALL'OPPOSIZIONE IN ETERNO!

Nicola Andrucci ha detto...

dopo lo sfogo mi ricompongo un attimo:
siamo governati dai democristiani da oramai 60 anni. NOn credete che sia il momento, per così dire, di cambiare, visto che l'Italia non mi sembra che vada tanto bene?
Purtroppo la politica si decide quasi sempre al centro.
Mi viene in mente una soluzione elettorale in cui si candidino 3 poli: SINISTRA, CENTRO E DESTRA. Poi si vada al ballottaggio tra le prime due, un po' come succede nell'elezione dei sindaci. oppure, ancora meglio, premio di maggioranza a chi ottiene più voti! solo così potremo non essere governati continuamente dai democristiani!!

Nicola Andrucci ha detto...

25.01.08 14:31:26 Corte dei conti public subnet Italia xxx.xxx.xxx.xxx Explorer 6.x Windows XP

qualcosa non "quadra"? :-)

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: faccio un breve ps., riguardo ai conti non concordo con la tua idea. Il governo Prodi avrà avuto tante colpe, soprattutto a causa della sua disomogeneità, ma qualche risultato l'ha ottenuto. Ci sono i numeri a certificarlo. Poi se vuoi possiamo discutere sulle modalità con le quali sono stati raggiunti questi obietti. Ti posso assicurare che la pressione fiscale su di me, che sono un lavoratore dipendente, è rimasta invariata.

enricodellacomunicazione ha detto...

Ancora una volta l'errore di fondo di puntare solo ad evitare il comando all'avversario.

vero. ma discutibile e comprensibile, dato che per esempio c'è tanta gente che non vuole che torni al governo.


Il demone Berlusconi, l'indegno, il ladro, il malfattore dei conti pubblici e il dittatore mediatico da evitare come il danno maggiore per l'Italia.

vero

Dimentica, il Professore, di aver precipitato l'Italia in un baratro economico spaventoso e non ditemi, ora, che ha risanato i conti pubblici come dice anche Ezio Mauro sulla Repubblica di oggi, perchè non ha fatto altro che trasferire parte del debito pubblico, su ciascuno di noi.

discutibile. (fortemente)

Poi dice : Visto ? Il debito è diminuito !

vero

Certo trova chi ci crede, chi non sà leggere i numeri ed ascoltare la gente o palpare la realtà, ma gli italiani non credono alle favole.

Alle favole no. Ai dati si,e anche alla mia busta paga io ci credo tutti i mesi e guarda un po' non è cambiato niente. A parte la precarietà del mio lavoro e lo stipendio basso, ma quello è da più di 5 anni che non cambia e nessuno ha in mente di toccare la precarietà del nostro lavoro.
I giornali sono da leggere con coscienza critica. Alla televisione si guarda facendo in modo che il tuo pensiero non si collettivizzi.

Una pagina triste, certo triste per tutti, di destra e di sinistra, perchè la certezza sovrasta l'incerto e questo governo non ha fatto nulla per nessuno, se non per se stesso.

indubbiamente vero.


Offri materiale di confronto quotidianamente! Ma quello che dici io lo trovo fortemente discutibile.

ti riporto anche una cosa che hai scritto poco tempo fa.





Perchè si parla di una possibile mossa del PD a discapito dell' UDEUR per scopi referendari....... per convincerli a desistere dai loro convincimenti elettorali.
Potrebbe in effetti essere stata una mossa di magistrati vicini al PD per "convincere" Mastella a desistere ed accettare la bozza Bianco.


vero?

rokko ha detto...

Commenti a casaccio:

"Dimentica, il Professore, di aver precipitato l'Italia in un baratro economico spaventoso e non ditemi, ora, che ha risanato i conti pubblici come dice anche Ezio Mauro sulla Repubblica di oggi, perchè non ha fatto altro che trasferire parte del debito pubblico, su ciascuno di noi."

Per definizione stessa di debito pubblico, questo era GIA' TUTTO su di noi, dalla notte dei tempi (cioè da quando abbiamo un debito pubblico). Sarebbe più corretto dire che:
"ci ha obbligati ad iniziare a pagarlo, per ridurre la spesa per interessi"

Anche io sono dipendente, anche io ho mediamente le stesse tasse sul reddito di tre, cinque e sette anni fa.

Considerati anche gli aumenti il mio potere d'acquisto non mi sembra diminuito rispetto a tre anni fa, se teniamo fuori dal discorso i carburanti.

Boh, non so, forse vivo da qualche altra parte

maurysto ha detto...

@ROCCO :
@ENRICODELLECOMINICAZIONI :

Traggo questo stralcio di articolo da un giornale nazionale :

Solo il 38,2% delle famiglie arriva a fine mese
Raddoppia il numero di chi chiede prestiti
ore 16:10

Rapporto Eurispes: in pochissimi - solo il 13,6% - riescono ancora a risparmiare qualcosa. Sei milioni di italiani svolgono un doppio lavoro, spesso al nero. Il 78,5% è pessimista sulla situazione economica complessiva: ha fiducia nel futuro solo il 10,9%. Economia "sommersa": il 35,5% del pil .

ROKKO :

Per rispondere a quanto hai detto ieri sui miei dati, che consideravi sbagliati.

La crisi ragazzi miei ci sta e quanto ho scritto nel mio piccolo intervento è vero.
Prodi ha spostato il debito pubblico dai conti dello stato alle tasche degli italiani e poi ha detto di aver abbassato il deficit.
INDEGNO.

Siamo tutti più poveri e questo stralcio di articolo con dati EURISPES lo conferma.

Questi sono numeri, non opinioni.

Potrete non essere d'accordo sul Berlusconi uomo/politico/mafioso/pezzente/ladro/bugiardo e posso accettarlo per diversità di opinione, ma difronte ai numeri non ditemi che Prodi ha risollevato l'Italia, perchè non ci crede neanche mio figlio di 6 anni.

maurysto ha detto...

@ENRICODELLECOMUNICAZIONI :

Non conosco la tua busta paga e certamente sono tenuto a crederti, ma mi credi quando ti dico che da quando il governo Prodi ha cominciato ad operare ed a metterci le mani in tasca i miei F24 mensilmente sono cresciuti ?

Io ho una piccolissima attività imprenditoriale, 3 dipendenti assunti regolarmente, fatturo il 100% del mio lavoro e :

1) Ai miei dipendenti devo dare il fuori busta perchè se nò muoiono ;

2) Alla fine del mese devo fare i salti mortali per pagare tutto e tutti ;

3) Messi in fila tutti gli F24 dal 2006 al 2007 sono in crescita costante ;

4) A novembre per saldare le tasse 2006 + l'acconto 2007 + l'F24 in corso ho dovuto chiedere uno sconfinamento in banca.

Ti sembra una cosa regolare ?

Il risanamento, ha scritto bene Nicola, si fà in tanti modi ma o passa per lo sviluppo o si uccide il mondo del lavoro. TUTTO.

I conti si risanano con l'aumento della produzione e della produttività non tartassando e proclamando la "redistribuzione dei redditi" come si è sentito anche ieri sera in Senato.

E' inaudito pensare all'esproprio proletario.

Ma dove siamo in Russia ?

Le tasse devono essere il giusto, ed utilizzate per fare, non per mangiare.

maurysto ha detto...

@ENRICODELLACOMUNICAZIONE :

Vera quella cosa che ho scritto circa la possibile mossa del PD ai danni dell' UDEUR, ma era un idea letta su un giornale di cui non ricordo il nome.
Non era un mio parere, anche se nell'universo della politica/spazzatura...... potrebbe essere vero.

anecòico ha detto...

OT
Ciao Nicola,
grazie per l'inserimento nel tuo blogroll :)
provvederò al più presto a fare altrettanto sul mio blog ;)

un abbraccio e buon w/e

anecòico

Nicola Andrucci ha detto...

sono tornato, ho passato il mio pomeriggio in quel di Forlì. Breve incipit: ho visto come ha titolato il giornale La Voce (come ho già detto, il peggior giornale presente nel sistema solare). Hanno scritto: "MOrtadella scaduta, cade il governo Prodi". Complimenti, veramente grandi giornalisti.

Allora, credo che avremo modo di mettere sul piano i dati nei prossimi giorni, cercherò di fare qualche articolo a tema. Concordo con Rokko quando dice che il debito pubblico è sempre stato accollato agli italiani, semmai Prodi ha aumentato la pressione per cercare di ridurlo.
Il governo Prodi ha messo in atto quello che in politica viene chiamato il governo dei "2 tempi" e che fino ad ora non ha mai portato a nulla: nel primo tempo si deve tirare la cinghia per sistemare i conti, nel secondo tempo si dovrebbe cominciare la redistribuzione. Sta di fatto che fino ad ora si è sempre vissuto solo il primo tempo.
Maurysto, ben so che molti liberi professionisti, imprenditori, commercianti, hanno grosse difficoltà. Purtroppo abbiamo un debito pubblico spropositato, che nessun altro paese europeo ha. Prima o poi lo dovremo estinguere. Il problema sono: quando e come.
Enrico, purtroppo il governo Prodi ha disatteso le aspettative in campo sociale, in particolare sulla lotta al precariato e al lavoro giovanile. Il programma era chiaro, e non sono intervenuti in tal senso. Sono stato spesso duro con Rifondazione, ma c'è da dire che questo è stato tra i partiti più corretti, ha ingoiato tanti rospi, è stato accusato di tenere in ostaggio il governo, pronti a farlo cadere da un momento all'altro, ma gli estremisti, come si è visto, erano al centro.

Ultima aggiunta, per ora. Chi ha voluto Fisichella (non il pilota...) nella margherita? Rutelli, sembrava che se non lo candidava moriva. Bene, Fisichella non solo ha votato no alla fiducia, ma ha fatto intendere che probabilmente tornerà nel centro destra. Per chi non lo sapesse, Fisichella è un monarchico. A candidare un monarchico in una Repubblica, ce ne vuole...

ringrazio e saluto anecòico.

Comicomix ha detto...

All'amico di centro destra non replico con numeri, dati, ecc...
potrei dire che sepsso quei dati si riferiscono al 2005 (vedi quelli sulla povertà dell'Istat, ecc...

Ma il punto non è questo, non ne usciamo rimpallandoci le cifre. Il periodo 2001-2006 è stato economicamente uno dei peggiori per l'Italia. Non è stata solo colpa di berlusconi, ma lui governava (o non governava? ^_^) e non ha saputo o potuto fare nulla...

Ripeto, il discorso è un altro. Se pensiamo che i problemi di queston paese di risolvono SOLO cambiando governo, vuol dire che negli ultimi 15 anni siamo vissuti su marte.

E, ad occhio, l'aria che tira non è delle migliori, posto che la quasi certa vittoria del centro destra (che si voti, tra due mesi o tra un anno, credo cambi poco) non porterebbe benefici a meno di una vera coesione dei due schieramenti, che al momento comunque non c'è.
Ci vuole una grande riforma: quella della serietà, che manca di qua e di là, purtroppo...

E' proprio vero: il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

UN sorriso a tutti
Mister X di Comicomix

Nicola Andrucci ha detto...

Comicomix, tu mi anticipi! ho appena scritto un articolo (che pubblicherò domattina appena mi sveglio), sulla mia proposta elettorale che tiene conto della tipicità socio-politica italiana. E' una proposta forte, ma se si volesse, fattibile (dovrebbero volerlo i cittadini, poiché i partitini, difficilmente l'accetterebbero!)

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Questa purtroppo non è una vera sinistra

Lo stesso PD è un compromesso storico "finalmente" riuscito ahimè.

Mi fermo perchè l'amarezza per uno scenario penoso è davvero troppa.

maurysto ha detto...

@ROKKO :

Se hai seguito la giornata di ieri e hai letto le molte notizie diffuse dai media, tra i quali TELEVIDEO, ti accorgeresti che non ho sbagliato nel dire che 2 famiglie su 3 NON arrivano a fine mese e, insisto, questi sono numeri non opinioni.

Nicola :

Non capisco perchè parli di "redistribuzione"......... ?

Che significa "redistribuzione" ?

Prendere da chi produce per dare a chi non produce ? Ma quale sistema si può mai reggere su questo principio ?

Non parliamo di sistema sociale volto agli incapienti, perchè per queste questioni ci troviamo non d'accordo, ma qualcosa di più.

Un sistema economico deve essere accorto e vicino agli sfortunati, ma deve avere un saldo positivo tra entrate ed uscite, PIL e saldo delle esportazioni. Differentemente si arriva al collasso.

Dire che il debito pubblico già pesava su ogni italiano è, di fondo, giusto ma gli artifici contabili messi in atto da Prodi sono propaganda.

L'esempio che cito nel mio articolo dei due conti correnti, uno che rimpingua l'altro, calza a meraviglia.
L'effetto contabile è uguale nella sostanza ma se poi si divulgano solo i dati del "conto corrente" pubblico (bilancio dello stato) e non del "conto corrente privato" (grado di povertà degli italiani), allora si rischia (artatamente) di creare false aspettative.

Il debito pubblico italiano è spaventoso ed ha origini bibbliche, a riprova delle dissennate scorribande attuate DA TUTTI nelle nostre tasche, ma il risanamento passa dallo sviluppo non dalla tassazione esasperata perchè, da essa, si originano le evasioni tanto deprecate ma tanto attuate in una sorta di autodifesa che, chi lo può fare, si sente autorizzato a fare.

Berlusconi non ha la ricetta magica, indubbiamente, ha solo una visione diversa dalla sinistra che intende far "piangere i ricchi". Nessuno può dire una cosa del genere e governare per 5 anni.

Nessuno deve piangere.

Berlusconi con la sua esperienza e il suo liberismo intende, come ha fatto con estremo successo per 5 anni, imprimere sviluppo al sistema con leggi che facilitano l'imprenditoria, che riducono le tasse, che aiutano gli incapienti (SOLO QUELLI), che infondano nel contribuente la vera certezza che le tasse vanno pagate ma in maniera giusta e non che si sentano espropriati.

Chi, sentendosi espropriato, continuerebbe a farsi espropriare senza reagire ?

Credo nessuno.

E il fallimento, non del governo Prodi ma della politica del governo Prodi, ne è la prova.

Un programma di 281 pagine in 60 mesi di probabile governo, durato circa 20 mesi, rappresentano l'attuazione di 94 pagine nel periodo di governo effettivo.

Sfido chiunque a sostenere che hanno realizzato il programma relativo ai 20 mesi di governo.

Neanche un 1/3 hanno fatto, e sapete perchè ?

Perchè hanno perso più tempo a discutere che a legiferare, più tempo a battagliare che a lavorare, più tempo a dire che il precedente governo aveva fatto danni che a risolverli i danni.

Così non si va da nessuna parte e si è visto.

Voltiamo pagina e guardiamo al futuro.

maurysto ha detto...

Vorrei porvi un altro argomento che credo sia molto interessante cercare di capire per farsi un quadro corretto.

LE RIFORME E "IL GOVERNO PER LE RIFORME".

Veltroni e Casini, a gran voce, sbandierano la necessità di fare un governo per le riforme, magari condividendole con il PRC o con chiunque volesse salire sul carro e creare un "esecutivo di responsabilità". (ancora non ho capito cosa significa, ma mi puzza di poco significato)

Ma dietro a tutto ciò ci sono altre ragioni, proprie, dei due fautori principali di questa linea.

VELTRONI :
Si trova tra le mani un partito di nuova formazione con all'interno contraddizioni e contrasti immani, con flange dissidenti e vecchi oppositori, prodiani delusi e in cerca di vendette e stelle cadenti in cerca di nuove luccicanti primavere.
In questo clima, correndo da solo, come dice, avrebbe un buon risultato, ma non governa di certo.

CASINI :
Con il referendum alle porte, a lui conviene fare una legge elettorale che calzi alle esigenze dell' UDC e non una legge elettorale come la vuole Berlusconi, perchè l'UDC non avrebbe alcun peso.
D'altro canto credo impossibile che Casini possa inimicarsi Berlusconi perchè, a meno di altri scenari che possano vedere Casini con Mastella Rutelli ed altri ex DC delusi per creare un centro forte, da uno sgarbo al Cavaliere Casini ne uscirebbe indubbiamente "segato".

Allora vi chiedo :

Ma credete ad un governo di transizione per "l'esclusivo interesse, delle tanto agognate, riforme ? "

In venti mesi di governo il PD, maggior esponente di esso, non è riuscito a riformare nulla, credete che in pochi mesi lo facciano ?

Mont ha detto...

Un po' di schiettezza: bella cazzata.

In Italia siamo più poveri: bisogna premettere che se l'Italiano medio viene intervistato sui soldi, dirà sempre che è povero. Bisogna premettere che se guardi i media ti fanno sentire povero anche se in quel momento ti stai facendo il bagno nel petrolio. Bisogna premettere che l'Italiano si sente povero anche se non riesce a comprarsi il vestito firmato da 1000 euro o l'ultimo modello di telefonino. Bisogna premettere che sapevamo di dover fare sacrifici dopo l'econoima disastrosa (quella sì che lo è stata) di Tremonti.

Gli Italiani non sono più poveri di 5 anni fa. La differenza è che oggi si avverte questo cambiamento. Se poi il governo è costretto a risanare le casse dello stato, la sensazione si amplifica.

Ti ricordo, caro Maurysto, che il tuo caro Berlusconi giustificava sta cosa con panzane enormi tipo "è colpa dell'euro" o "è l'inflazione percepita".

Prodi non mi è piaciuto nel sociale, nella politica estera, nei rapporti interni, nella sicurezza. Se ha fatto una cosa buona è riguardo ai bilanci dello stato. La mossa del centro destra è tutta elettorale: ricordare questo governo come quello delle tasse serve a prendere voti.

Certo che è più comodo ricordare Prodi come il governo delle tasse, piuttosto che Berlusconi come il governo degli evasori.

Nicola Andrucci ha detto...

@rockpoeta: concordo sul fatto che questa non sia vera sinistra, almeno non la sinistra per come la immagino io.

@maurysto: la redistribuzione non è avvenuta, quindi inutile stare a parlarne.

maurysto ha detto...

@MONT :

Posso solo dirti che, a mio avviso, sei cieco.
Forse fai parte della parte di elettorato che, ciecamente, vedono il buono in Prodi, dove di buono non c è nulla.

I bilanci dello stato, Mont, sono cosa complicata.
Capitalizzare una entrata di cassa straordinaria come il tesoretto per portarla in entrata come un ulteriore voce di bilancio attivo, per utilizzarla da dare per opere pie, è cosa sbagliata ma questo lo sa chi bazzica un pò di contabilità normale.

Il governo Prodi, insisto, ha solo fatto un operazione di cassa prelevando dalle casse degli italiani per versare nelle casse dello stato senza, in questo, creare ricchezza alcuna.
Ricchezza si crea creando sviluppo ed aumentando il PIL, la competitività, non aumentando le tasse per rendere il lavoro più difficile.
Ma certo se non lo comprendi......

A sostegno di quello che dici...... infatti ci stà il successo del governo dimissionario........(!) e dell'altissimo consenso di cui gode.........(!).

maurysto ha detto...

Nicola, il tuo blog ci mette una vita per caricare le pagine.
Che hai combinato ?

Non dipende dalla connessione perchè ora sono collegato da casa ma me lo fà anche dall'ufficio con altra connessione.

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: mi sono accorto che è molto lento, credevo fosse un problema del mio computer. Comunque io non ho fatto nulla (nessuna modifica), quindi forse è un problema della piattaforma blogger, ,agari stanno facendo la manutenzione.
Non so, spero che nei prox giorni si sistemi. Non ho neppure linkato video, che appesantiscono il blog; le foto sotto ai titoli sono prese da internet, quindi leggerissime.
Se dovesse continuare, contatterò qualche mio amico molto più capace di me a metterci le mani. grazie per la segnalazione.
ciao Nicola

rokko ha detto...

Secondo me s'è stancato pure il blog di 'ste tiritere con Prodi che ha portato nel baratro l'Italia e co 'ste storie che il 150% degli italiani non arrivano a fine mese :)

Comunque, se prendi i dati Istat non ti sbagli:

http://www.istat.it

C'è scritto che il 15.6% delle famiglie non arriva a fine mese, poco più di quattro anni fa.

Ai giornali non credo più da tempo

Nicola Andrucci ha detto...

mi scuso con tutti i lettori per la lentezza del blog, per la quale non conosco le cause. Non ho toccato nulla, quindi credo sia un problema della piattaforma blogspot. Spero che il problema si risolva presto.
In caso contrario provvederò a consultare un tecnico, per cercare di risolvere il problema.
Abbiate pazienza.
Grazie
Nicola

rokko ha detto...

A me non sembra così lento ...

Nicola Andrucci ha detto...

@Rokko: ora mi sembra vada un po' meglio, ieri era inchiodato duro!

maurysto ha detto...

Nicola :

Sai cosa, alcune volte rallenta notevolmente il caricamento delle pagine ?
I misuratori di traffico e di visite.
Controlla quello, perchè stamani è ancora lento.

@ROKKO :

Decidiamo a chi dare ascolto e quali dati considerare "veri", perchè se non credi all' ISTAT, all' EURISPES, al CODACONS, ADUSBEF, TELEVIDEO RAI e TELEVIDEO MEDIASET, GIORNALI DI DX E SX.......allora dimmi tu chi ascoltiamo ?
Nessuno ?
Ti ricordo che gli stessi enti di cui parliamo sono quelli che furono presi per veri quando denigrarono il lavoro fatto da Berlusconi.

Anche tu sei per.....due pesi e due misure ? Se sono validi per l'uno lo devono essere anche per l'altro, e in questi giorni i dati sono univoci.
Siamo al tracollo.

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: i misuratori di traffico sono gli stessi da quando ho creato il blog. Ieri sera ho provato ad alleggerire, riducendo il numero di post per pagina.

maurysto ha detto...

Nicola, è diventato impossibile accedere a questo blog.

Speriamo cambi perchè si aspetta un quarto d'ora ogni pagina.

Si blocca.
Secondo me è il server che ospita i misuratori ...mapstats, vedi se puoi fare qualcosa.

Nicola Andrucci ha detto...

adesso chiamo un mio amico che si intende di internet. comunque nulla è cambiato rispetto a prima, nessuna funzione è stata implementata da qualche mese a questa parte.

Nicola Andrucci ha detto...

comunicazione tecnica:

ho tolto un po' di cose. Ora provvedo a togliere le immagini dagli ultimi articoli (quelli che sono finiti in archivio la scorsa settimana). Il mio amico però mi ha detto che potrebbe essere un problema momentaneo della piattaforma blogspot.
Mi ha altresì consigliato di comprarmi un dominio e passare a wordpress.
Adesso valuto un po'.

Spero che sia migliorato ora.