venerdì 11 gennaio 2008

Perché Pistorius, l'atleta senza gambe, non può partecipare a Pechino 2008.


Quella di Pistorius è una bella storia, un ragazzo disabile che, grazie a due protesi alle gambe, riesce a competere sui tempi dei normodotati sul giro di pista dell'Atletica.

Il sudafricano Pistorius vorrebbe partecipare alle olimpiadi di Pechino 2008 tra i normodotati, ma credo che ciò non sarà possibile: la IAAF ha rimandato la decisione, Luca Pancalli, il presidente del comitato Paraolimpico si dice possibilista, ma la realtà è che Pistorius, grazie alle protesi, ha dei vantaggi sugli altri atleti. Potrebbe sembrare impossibile che un disabile abbia dei vantaggi sui normodotati, ma gli studi che sono stati fatti sul suo caso, hanno dimostrato questo. Pistorius, soprattutto nella parte finale della gara, ha grossi vantaggi, grazie al ritorno di spinta, prodotto dalle protesi.

Il professor Dal Monte, uno dei massimi esperti di biomeccanica, rilevando i vantaggi che avrebbe Pistorius nelle competizioni, ha paventato uno scenario inquietante per il futuro:
"Se fosse autorizzato l'utilizzo di protesi artificiali, che con il passare del tempo tra l'altro, diventerebbero sempre più performanti, si potrebbe arrivare al caso limite in cui gli atleti normodotati si amputerebbero volontariamente le gambe per essere più competitivii". Una cosa mostruosa.

Insomma, pareri autorevoli dicono che Pistorius è avvantaggiato e non credo sia possibile farlo competere con atleti normodotati (va precisato anche che attualmente Pistorius non è accreditato di tempi che gli consentirebbero di partecipare alle Olimpiadi).

Quella di Pistorius è una bella storia, ma il buonismo non deve fare sì che la favola prenda il sopravvento sulla giustizia e sull'equità.

Faccio un altro esempio: Lance Armstrong, il ciclista americano che ha vinto 7 Tour de France, diventò un campione dopo avere avuto un tumore; prima di allora era solo un discreto corridore da corse di un giorno. Le terapie ormonali e tutte le altre sostanze che egli prese per curarsi (e non solo...), lo avvantaggiarono incredibilmente: lo stesso Armstrong ha ammesso di avere preso EPO (secondo lui a scopo terapeutico). La bella favola che poi diventa una brutta storia...

Non vorremmo che ciò accadesse anche con Pistorius.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

9 commenti:

Jean Lafitte ha detto...

ogni tuo argomento l'ho già smontato tempo fa qui

http://nuovalibertalia.blogspot.com/2007/12/perch-pistorius-deve-essere-ammesso.html

Andrew ha detto...

Pistorius deve partecipare alle Olimpiadi! Non ne vedo il motivo della sua esclusione...Ha una gamba "artificiale"? Meglio, cosi dimostra al mondo intero che si può partecipare anche con una gamba non sua...Anche questa è una forma di discriminzaione!

Ciao Nicola

www.diegogarciablog.blogspot.com

Andrew ha detto...

scusate, avevo sbagliato a scrivere, con 2 gambe non sue :)

rokko ha detto...

Secondo me, se ne è vantaggio, non può partecipare.

Lui è da ammirare in toto per la sua forza di volontà ed i risultati ottenuti, ma alle Olimpiadi devono partecipare tutti atleti che concorrono ad armi pari

Nicola Andrucci ha detto...

@andrew e rokko: se pistorius è avvantaggiato, non può partecipare. Esistono maratone per atleti in carrozzella, che vanno molto più forte di quelli a piedi: non possono correre assieme. Così vale per Pistorius, se ha un vantaggio tecnologico. Il regolamento olimpico poi è molto chiaro: non può essere usato alcun tipo di aiuto tecnologico. E' il regolamento e credo sia giusto.

rokko ha detto...

Infatti, io sono d'accordo con te.

Altrimenti io mi procuro un'invalidità temporanea e corro con una carrozzella turbo e nessuno mi può dire nulla

Nicola Andrucci ha detto...

@lafitte: autorevoli pareri dicono ben altro. Dal Monte è un autorevolissimo parere, come lo sono quelli dei medici che fino ad ora si sono pronunciati.
@rokko: meglio rimanere sani, te lo assicuro! potessi tornare indietro di 1 anno, non immagini cosa darei!

Andrew ha detto...

vabbè ragazzi cosa c'entra? Pistorius non ha gambe! Per un attimo pensateci! Corre con dei pezzi di ferro! Perchè discriminare un atleta! E' un essere umano come tutti! Oltretutto e un esempio perchè ha la passione ancora (nonostante tutto) per lo sport

www.diegogarciablog.blogspot.com

Nicola Andrucci ha detto...

tratto da La Repubblica:

LONDRA - Niente Olimpiadi di Pechino per Oscar Pistorius. All'atleta sudafricano che corre con due protesi in fibra di carbonio al posto delle gambe amputate, non sarà consentito di competere quest'anno ai giochi. Un rapporto commissionato dalla Associazione internazionale delle federazioni di atletica (Iaaf), ha concluso che le protesi danno a Pistorius "chiari vantaggi meccanici", rispetto ai corridori normodotati.


Evidentemente le mie argomentazioni non erano così smontabili...