giovedì 3 gennaio 2008

Neve.


Picture from Bagno di Romagna

Aggiungo un tizzo di legna al camino, il fuoco l’avvolge come un demone gentile, si impossessa di lei e il calore che emana accarezza il mio viso. Lo scoppiettio del falò accompagna questa mia alba, gelida e tersa. Le braci emanano un profumo intenso, tipico delle fredde giornate invernali, nelle quali ogni minimo tepore scalda corpo e anima. Mi alzo dal vecchio sgabello nel quale sono solito sedermi, assorto nei miei pensieri. Un raggio di sole traspare dietro le montagne, uno squarcio di luce entra dalla finestra e illumina tutta la stanza. Apro la porta, un vento freddo lambisce il mio corpo, gli occhi rimirano uno splendido manto di neve, sceso nella notte a vezzeggiare i prati che ieri come bimbi spogli bramivano una panno per il loro letto.



I spoke up the fire adding a piece of wood. The fire wraps it up and, as a gentle demon, takes possessions of it and the warming glow, it gives off, caresses my face. The crackling of the bonfire accompanies this icy and clear dawn. The embers give off an intense scent, typical of cold winter days, when each slightest warmth heats body and soul. I stand up from my usual old stool, absorbed in my own thoughts. A sunbeam shines behind the mountains, a searchlight pierces through the window and lights up the whole room. i open the door and a cold wind grazes my body while my eyes gaze at a bright mantle of snow, fallen at night to fondle the meadows, wich where, yesterday, longing for a cloth for their bed, as bare children.

Nicola Andrucci

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

6 commenti:

narcomatra ha detto...

Ciao Nicola, volevo giusto informarti che sei stato nominato:)

http://narcomatra.blogspot.com/2008/01/thinking-award-di-capodanno-auguri.html

Nicola Andrucci ha detto...

@narcomatra: oddio al grande fratello no!!! :-D

Nicola Andrucci ha detto...

Per favore, dimmi come devo fare per aderire, ho letto il post ma non ho capito. Grazie ciao Nik

Nicola Andrucci ha detto...

Questo racconto è stato inserito nelle pagine di un calendario 2008. Non dirò quale per non fargli pubblicità, soprattutto per il fatto che sono in polemica relativamente ai soldi spesi per realizzarlo (troppi!) e per la qualità delle foto! (a mio avviso molto bassa).

Anonimo ha detto...

Ma perche' sprecare il tuo talento artistico, per far guadagnare i soliti noti all'italiana?
Se costa troppo significa che qualcuno lucra sulla tua arte.

Nicola Andrucci ha detto...

ma il calendario non l'ho fatto io (ovviamente io non ho preso un centesimo, questo ci tengo a dirlo!); io ho solo fornito questo breve racconto, la cui realizzazione è avvenuta in circa 5 minuti poiché, ovviamente, mi sono ridotto all'ultimo secondo, cosicché l'ho scritto e poi sono andato via a dare l'esame di economia pubblica e la correzione (visto che non lo avevo riletto), l'ho fatta per telefono tramite la Fede.
Come al solito, sono quello dell'ultimo secondo... Quando andavo a scuola i progetti di Tecnologia delle Costruzioni li completavo sempre la mattina stessa della consegna...