lunedì 21 gennaio 2008

Mastella, persa la sua poltrona (cui teneva tanto) esce dal centro sinistra, sperando di trovare un posto nel centro destra.


Mastella ha appena comunicato di avere abbandonato il Centro Sinistra. Un'ottima notizia per l'Unione che è meglio non abbia al suo interno figuri come l'ex Ministro della Giustizia. Persa la poltrona ora Mastella fa il pippio e dice: "il pallone è il mio e io non gioco più".
Mastella è un po' il simbolo della Casta, di quella Casta politica che non accetta le inchieste, che vuole mantenere i suoi privilegi, il suo potere. Ho già scritto tanto su Mastella e credo che parlare di lui sia solo tempo perso. Non per la sua decisione di abbandonare il Centro Sinistra (scelta legittima), ma per tutto il male che ha fatto all'Italia, in primis con l'Indulto. Peccato che la moglie, se sarà condannata, non ne potrà usufruire.
Mastella dice che vuole le elezioni, e che elezioni siano, così finalmente potremo toglierlo definitivamente dal panorama politico italiano.
Un uccellino mi dice che Mastella si presenterà alle prossime elezioni con il Centro Destra. Staremo a vedere....

Ps. le dichiarazioni di Bagnasco contro l'Italia, sono arrivate proprio puntuali e in sintonia con le dimissioni di Mastella. Sarà stato un caso, o era tutto architettato, visto la presenza di Mastella domenica a San Pietro?

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

6 commenti:

Andrew ha detto...

Nicola anche io ho questo presentimento...

Nicola Andrucci ha detto...

@andrew: sai, sono cose che da personaggi come mastella non ci si aspetterebbero mai...

enricodellacomunicazione ha detto...

non credo che mastella e bagnasco abbiamo avuto il tempo di tramare qualcosa dopo tutti quei rimjob e dirty sanchez si saranno presi un bel caffé in santa pace...

Nicola Andrucci ha detto...

@mancio: c'è mastella che sta cercando di dare lezioni di etica e morale su porta a porta!!!!

enricodellacomunicazione ha detto...

stiamo guardando, è veramente una comicità raffinata la sua, non se ne vedeva dai tempi di antonio de curtis!!

Nicola Andrucci ha detto...

@mancio: io sono andato a letto dalla disperazione, stava dicendo cose indegne e totalmente contraddittorie tra loro. Prima dava la colpa della crisi ai magistrati di Capuavetere, poi ha detto che non c'era la maggioranza, ma ha fatto capire di averlo fatto solo per interesse personale e privatistico, come ha sempre fatto.