domenica 20 gennaio 2008

Inter-Parma, lezione di onestà di Couto: "ho toccato la palla anche con la mano".

L'Inter ha vinto 3 a 2 il posticipo contro il Parma, in una partita che meritava di perdere, ma il calcio è fatto così. Tutto si è risolto negli ultimi minuti di gioco (con l'ingresso di Vieira che ha cambiato la partita). Mischia in area del Parma, Ibra tira verso la porta, F. Couto in tuffo salva di testa ma la palla gli sbatte sul braccio e l'arbitro, su segnalazione del guardalinee, decreta il rigore. Avrebbe anche potuto considerare involontario il tocco di mano, ma ha deciso per la massima punizione. Poi l'Inter, con il Parma in 10 per l'espulsione di Couto (per il fallo di mano), ha siglato il terzo gol con Ibra, portando a casa i tre punti che, sinceramente, non meritava.
Grandi proteste del Parma. A zittire tutti l'onestà di Couto che ha ammesso il tocco di mano, senza sbilanciarsi sul fatto che il rigore ci fosse oppure no.
Nel pomeriggio la Roma ha battuto il Catania mentre la Juventus è stata fermata sul pari dalla Sampdoria. Inter sempre in testa con 7 lunghezze di vantaggio sulla Roma, la quale comunque ha un ottimo passo e non molla.

Un ricordo per Duilio Loi, campione di pugilato nell'Italia degli anni '50, scomparso oggi. Era entrato nella Hall of Fame della boxe.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

8 commenti:

Nicola Andrucci ha detto...

da interista non ho problemi ad ammettere che l'Inter, per come ha giocato, meritava di perdere.

Anonimo ha detto...

Guarda che Couto si è sbilanciato, ha detto che per lui il rigore non c'era perché il tocco era involontario! Detto questo il calcio va anche così, l'errore ci sta. Saluti.

Nicola Andrucci ha detto...

@anonimo: io ho sentito Couto a Controcampo, dopo che trecento ospiti avevano detto che il tocco con la mano non c'era stato assolutamente, lui è arrivato e ha detto: "la palla mi è scivolata sulla mano". Più chiaro e onesto di così.
C'è Casarin invece che gli rode poiché l'hanno trombato e ce l'ha contro tutti, non perde occasione per dare contro a Collina... ma ce lo ricordiamo o no, Casarin?

Andrew ha detto...

Ho visto la partita Nicola. Devo dire che l'Inter ha vinto in un modo a parte immeritato ma assurdo. C'era un rigore netto per il Parma nel primo tempo, ma forse c'è n'era addirittura un secondo (l'entrata di Julio Cesar su Corradi mi pare). Il rigore dell'Inter per me non c'era. Poi la vittoria è arrivata a pochi secondi dalla fine.
L'inter quest'anno è pure fortunata

Ciao Nicola

www.diegogarciablog.blogspot.com

Andrew ha detto...

un ricordo al grande Loi cmq

Nicola Andrucci ha detto...

@andrew: l'Inter non meritava di vincere, sono il primo a dirlo, e forse una sconfitta le avrebbe pure dato una svegliata, poiché mi sembra che i giocatori non si siano ancora ripresi dalla sbornia natalizia.
Però posso dire che mi sto rifacendo di tutte le sofferenze patite in 20 anni, anche se quelle, non ce le caverà nessuno.

tommi ha detto...

già tutto il mondo dei tifosi antagonisti oggi si è messo a fare paragoni tra l'inter di oggi e la juve che rubava. con un'unica differenza il predominio di oggi è ONESTO.
che non meritasse di vincere è un altro discorso, anche se fuori di dubbio.
tommi - www.bloginternazionale.com

Nicola Andrucci ha detto...

@tommi: non posso sbilanciarmi sull'inter, il mio è un giudizio da tifoso e di questo risente.