sabato 5 gennaio 2008

Il raggio verde. Di Davide Fabbri.

Nuovi spazi editoriali si aprono in città (Cesena ndr).
Il progetto editoriale che nasce all’inizio di questo 2008 è sicuramente ambizioso ma non impossibile da realizzare: con "Il raggio verde" si vuole portare ai cittadini di Cesena (e non solo) informazione, cultura, sapere in chiave ecologista, atti a stimolare una riflessione aperta ed urgente sul nostro essere parte della realtà in cui viviamo.
Innanzitutto il perché del titolo "il raggio verde".
Oltre alla citazione cinematografica (film splendido di E. Rohmer), in natura è un fenomeno meraviglioso. E' la visione molto rara, possibile ad occhio nudo, di un sottile fascio luminoso, verde intenso, che scaturisce dalla sommità del Sole (al tramonto o al sorgere) verso l'alto e per una durata istantanea. Vi è una leggenda suggestiva sul "Raggio verde", che afferma che colui che è tanto fortunato da vederlo, non possa più essere ingannato con illusioni e menzogne, vedendo chiaro nel proprio cuore e in quello degli altri; insomma, chi vede il "Raggio verde" realizza i propri desideri.
L'auspicio è che, per analogia, il "raggio verde" su carta stampata, faccia sul lettore fortunato di leggerlo, lo stesso effetto.
Questo giornale ha l'obiettivo di diventare (e questo lo diciamo con grande umiltà) una "spiaggia libera", condivisa, accessibile a tutti, con un unico imperativo: un occhio di riguardo alle politiche
ambientali, sociali e culturali, e l’attento ascolto dei bisogni degli ultimi, dei più deboli.
"Il raggio verde" vuole essere uno strumento di servizio e di critica a più voci: dall'informazione, agli appuntamenti, dalle proposte concrete degli ecologisti alle denunce sui grandi temi (ambiente, salute, politiche sociali), dalle recensioni di libri e consigli di lettura, alle lettere dei lettori, e tutto quanto può servire ad evitare la sedentarietà del pensiero, tipico dei giorni nostri.
"Il raggio verde" vuole essere anche un giornale radicato sul territorio, con contenuti originali e godibile nella veste grafica.
Inoltre questo giornale vuole avere una diffusione capillare, privilegiando la cultura e la politica locale, con informazioni, forum e inchieste importanti, spazi offerti a diversi collaboratori, rubriche aperte ai lettori.
Anche se non lo diciamo a voce alta, conserviamo nel cuore una segreta speranza: quella di contribuire, almeno un pò, a migliorare e a cambiare volto alla nostra città di Cesena, allargandone gli spazi di libertà e di partecipazione all'attività politica, con più diritti e più servizi, più opportunità per tutti, riformulando l'idea di "crescita" e "sviluppo".
Desideriamo proporre al lettore un punto di vista critico e plurale: ogni foglio di libera informazione è un passo in avanti sulla strada della civiltà e della democrazia autentica; e per fare questo, utilizzeremo anche la satira, l’ironia, l’umorismo, per prendere in giro l’arroganza del potere.
"Il raggio verde" è pertanto una sfida: far circolare informazioni e approfondimenti di tematiche ambientali - culturali e sociali, per lo più sconosciute alla maggioranza dei cittadini e che non trovano adeguato spazio nella stampa locale.
Un giornale pertanto inteso come amplificatore dell’impegno contro le ingiustizie sociali, promotore di percorsi politici, sia istituzionali che di movimento, mescolando il tradizionale taglio giornalistico (fatto di articoli e inchieste) con quello narrativo (fatto di racconti, poesie e consigli di letture).

Buona lettura…e buon 2008
Davide Fabbri consigliere Verdi presso Comune di Cesena.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento: