martedì 22 gennaio 2008

Il Cardinale Bagnasco attacca l'Italia, il prete di Ceppaloni attacca i Giudici, Mastella fa campagna elettorale in Vaticano. Art. 7 Costituzione


Art. 7.

Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale
.

Questo è probabilmente (da sempre) l'articolo meno applicato della nostra Costituzione, causa le continue ingerenze Vaticane nel nostro Stato.

Il Cardinale Bagnasco, l'erede di Ruini, ha definito l'Italia un paese sfilacciato, frammentato, a coriandoli, con un blocco dello slancio e della crescita economica (è un economista? non lo sapevo). Probabile che Berlusconi, oltre a Mastella, accoglierà nel suo partito pure Bagnasco (peccato per lui che i preti non possono candidarsi).

Tra le altre cose, Bagnasco ha aggiunto che: "la famiglia è fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna" e la Chiesa "si oppone alla regolamentazione per legge delle coppie di fatto". Ecco, lo dica pure a Casini e Fini, quelli del Family Day, che di famiglie ne hanno due (oppure a Mele, che oltre alla famiglia ha pure le donnine). L'ipocrisia, in politica, come sempre la fa da padrona.
Il discorso di Bagnasco è proseguito con un continuo attacco al governo italiano: rifiuti, incidenti sul lavoro, 194. La Chiesa non dovrebbe fare politica, invece si è palesemente schierata con il Centro Destra (che novità, la Chiesa è sempre stata un'istituzione di destra)

Il prete di Ceppaloni, il paese di Mastella, durante l'omelia domenicale, ha attaccato i Giudici, rei di indagare sulla famiglia del compaesano, che tanto li ha aiutati...
Domenica Mastella era in Piazza San Pietro a fare campagna elettorale.

Ieri sera a Porta a Porta (In Italia la crisi di governo va in onda in Tv da Vespa), Mastella ha delirato per ore. Prima ha accusato i magistrati di Santa Maria Capua Vetere di avere provocato la crisi di governo (???) poi, incalzato dai giornalisti sulla fandonia che aveva appena detto, ha replicato che la maggioranza non c'era più, ma solo tre giorni prima aveva dato il suo appoggio al governo. Cosa è cambiato nel frattempo? Mastella ha farneticato qualche parola, senza senso.

Il progetto ceppalonico è chiaro: Mastella da tempo lavorava per il salto del fosso, appena persa la sua poltrona, ha chiuso il cerchio. Checché ne dica, l'unica cosa veramente importante per lui, è il potere. Ha accusato i magistrati di indagare su di lui! A suo parere, il ministro della giustizia e consorte, non possono essere indagati.

Questo è Mastella, sono curioso di vedere chi deciderà di accollarselo, alle prossime elezioni.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

abbimo il divorzio, l'aborto, porno star in parlamento ed in prima serata, travestiti in tv, gay in palamento etc. non mi pare che la chiesa abbia tutto questo potere ... però abbiamo un papa che viene convinto da qualcuno a non palare in una facoltà fondata da un suo predecessore (bonifacio VIII).. una curiosità perchè se il papa concorda con la sinistra puo dire quello che vuole ma se non concorda o riporta analisi fatte da altri è ingerenza?

Nicola Andrucci ha detto...

quando mai ha concordato con la sinistra questo papa?
Bagnasco è stato il primo a sapere delle dimissioni d mastella. Ieri Bagnasco ha fatto propaganda politica contro il governo italiano. Idem ha fatto il papa giorni fa. Berlusconi si è subito precipitato in soccorso di mastella. Il quadro torna.

Nicola Andrucci ha detto...

@anonimo: le tue parole sono emblematiche: "abbimo il divorzio, l'aborto, porno star in parlamento ed in prima serata, travestiti in tv, gay in palamento etc. non mi pare che la chiesa abbia tutto questo potere...".
Perché queste persone non hanno diritto a vivere dignitosamente nella nostra società.
Lo so che Hitler le bruciava, ma non vorrei tornare a quel periodo.

suburbia ha detto...

Bhe Travaglio dice che Mastella e' uno di quelli che alzano il sedere dalla poltrona solo se vedono un altro posto libero... sara' successo questo.

luca ha detto...

le carceri italiane saranno anche piene ma un posticino per lui io lo troverei sempre.

Nicola Andrucci ha detto...

@sub: vista la telefonata intercorsa tra lui e berlusconi, credo proprio di si. Comunque si diceva che il Csx era ostaggio della sinistra, invece come al solito gli "estremisti" sono sempre di centro.
@luca: macché, troverà una poltrona al governo con Berlusconi!

Michele ha detto...

@Anonimo: perchè un omosessuale non potrebbe stare in parlamento? il divorzio è una cosa così inumana? il diritto all'aborto non ha forse salvato da macellai improvvisati migliaia di donne? i travestiti sono ovunque, vogliamo mettere la testa sotto la sabbia e far finta che non ci siano?

Nicola Andrucci ha detto...

@michele: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali". ART 3 della Costituzione italiana. Credo e spero basti questo.