mercoledì 2 gennaio 2008

Caro 2008... Di Maurysto.

Caro 2008,
oggi è l'ultimo giorno del 2007 (nda. ricevuto il 31 dicembre e pubblicato oggi) e tutti noi riponiamo in te le nostre speranze per un futuro migliore.
Non che il 2007 sia stato da buttar via, non si può certo dire e non sarebbe rispettoso per chi si sta congedando, ma..... vorremmo di più.
Vorremmo di più per chi è solo, per chi vive in solitudine l'angoscia di una vita ai margini di una società dimentica di chi ha fatto tanto, ma tanto tempo fa....
Vorremmo di più per ricordare la memoria di chi ha dato la vita per la giustizia, per l'onore della patria, per la libertà di tutti noi.
Vorremmo di più per le mamme. Per le mamme di tutto il mondo che, tante volte, anche al prezzo della propria vita..... ne fanno sbocciare un altra.
Vorremmo di più per chi lavora. Più sicurezza, qualche certezza in più e magari qualche soldo in più a fine mese.
Vorremmo di più per i nostri figli, non beni materiali però, più valori, più serenità, più voglia di fare per costruire e magari più voglia di cambiare questo mondo.
Vorremmo di più, caro 2008, per tutti coloro che rubano, uccidono, stuprano, violentano bambini, deturpano l'ambiente, prendono senza nulla dare.
Si, caro 2008, vorremmo di più anche per loro. Più certezza che, una volta messi in carcere, si possa considerare di buttare via la chiave per riprenderla solo quando la giustizia lo ha deciso.
Solo allora saremmo in una società vivibile. Solo allora potremmo dire che il nostro è un paese civile. Solo allora potremo essere contenti di quanto lasciamo ai nostri figli.
Vorremmo anche un nuovo governo, vero, non come quello di oggi....... ma non so se poi ci accontenterai..........

In ogni modo, anno 2008, comunque tu sarai, comunque tu vorrai e qualunque cosa tu ci possa riservare......... ti prego...... fà che sia pace. Per tutti.

34 commenti:

Lele ha detto...

Ciao Nicola.....!
Bello il tuo pensiero....!
Di al 2008 di aggiugere anche me alle tue richieste.......!

Anonimo ha detto...

Non e' di Nicola ma di Marurysto.
Aggiungo: 2008, fai che la gente impari a leggere!

Nicola Andrucci ha detto...

Lele è nuovo del blog quindi gli è sfuggita la sezione COLLABORAZIONI.
In questa sezione pubblico articoli, racconti, scritti, insomma qualsiasi cosa, che mi viene inviata dai lettori e che desiderano vedere pubblicato sul blog qualcosa di loro.
Mi sembra che questa sezione stia funzionando bene.
Aspetto che altri si aggiungano alla lista di coloro che mi inviano articoli.
Se vi va poi, parlatene pure ai vostri amici, in modo che vengano qua ad esprimere il loro pensiero.
Nicola

Anonimo ha detto...

Non occorre venire qua' per esprimere un pensiero. 2008, fa che tutti aprano un proprio blog! (cosi' magari iniziano ad imparare a leggere e scrivere).

Nicola Andrucci ha detto...

nessuno ha mai detto che occorre venire qua per esprimere un pensiero, però chi volesse farlo è ben accetto.

Cris ha detto...

ciao nicola.buon anno.condivido perfettamente il tuo pensiero.molto bello.speriamo si avveri.cioa.a.presto.

Nicola Andrucci ha detto...

@cris: l'articolo è di Maurysto. Giro a lui i complimenti.

Anonimo ha detto...

Turn on your brain please. Italian citizens's brain is constantly in stand by.
Take a look at Grande Fratello. Your brain is more adequate for this.

Anonimo ha detto...

Un mio commento. Quanto tempo sprecato! Quante parole sprecate!
Vuoi di piu? Fai qualcosa o taci.
L'italia e' bella cosi':
al declino .

Nicola Andrucci ha detto...

@anonimo: l'articolo è di Maurysto.
Per quanto riguarda me, credo proprio che io mi stia dando già piuttosto da fare.

Anonimo ha detto...

so' che l'articolo non e' tuo, infatti cio' che ho scritto era riferito a maurysto.
Per quanto riguarda te, se fare un blog e scrivere qualche scemenza ogni tanto puo' salvare l'italia ... beh ... tanti auguri .
L'unico modo per salvare l'italia e' cederla a qualche nazione degna di questo nome, farci governare da gente non ITALIANA.
Noi abbiamo ampiamente dimostrato di non essere in grado ne di essere cittadini ne di sapere governare.
Auguri e
W il declino.

Nicola Andrucci ha detto...

@anonimo: il mio impegno sociale non è certo quello di scrivere un blog. Credo che sia importante dare ognuno il proprio contributo, senza fare troppo i conti in tasca agli altri...

maurysto ha detto...

Grazie.

Anonimo ha detto...

Io non do' e non voglio dare nessun contributo. Al massimo posso dare il mio contributo per il declino, che poi e' cio' che vuole questo popolino.

Mont ha detto...

Vorremmo anche pari diritti per tutti i cittadini. Per le minoranze. Vorremmo dare la libertà di esprimersi anche chi non è d'accordo con la nostra opinione. Vorremmo che i grandi chinassero il capo agli umili, ogni tanto. Vorremmo un sistema che recupera i carcerati, non che li dimentica. Vorremmo avere più potere in quanto popolo, dato che se non ricordo male siamo in democrazia.

Vorremmo di più per tutti i cittadini. Cittadini uguali al di là di razza, sesso, pensieri, gusti, abitudini, religioni, politica, lavoro, affetti.

Cosa? ...siamo in Italia?

Scusate, ho sbagliato nazione.

Nicola Andrucci ha detto...

@mont: completamente d'accordo!

VivaMerda ha detto...

Vorrei uno stato dove i cittadini abbiano senso di civilta', senso di responsabilita', cultura. Uno stato dove l'ignoranza e' solo un brutto ricordo. Uno stato meritocratico, dove paraculi, CL e derivati, comunisti sono messi gabbia allo zoo con i loro simili (e a differenza degli animali degni di rispetto questi dovrebbero essere presi a frustate anche quando non fanno nulla).
Lo so' siamo in italia. Un paese dove il 90% della popolazione dovrebbe essere messa in gabbia allo zoo con i suoi simili.

maurysto ha detto...

Vorrei aggiungere qualcosa a questo post :

Perchè dobbiamo sempre bistrattare questa nostra Italia ?

Non dimentichiamo che, sebbene tra mille controverse polemiche, disservizi sociali, incongruenze politiche e ingiustizie colossali, l'Italia è, e resta, uno splendido paese. Meravigliosamente invidiato da gran parte del mondo dove tutti quelli che viaggiano, almeno una volta, desiderano venirci.....

e noi che facciamo ?

da veri "esterofili" ne sminuiamo il fascino, la bellezza e denigriamo il popolo che lo abita ?

Ma vi rendete conto che paesi come l'America soffrono di diseguaglianze e problemi sociali grandi come grattacieli ?
Sbaglio o le "improvvise pazzarie" con stragi di massa alle città degli studenti sono successe negli Stati Uniti ?
Sbaglio o in paesi come l'Unione Sovietica, la Cina, il Cile, Cuba è impossibile dissentire dal regime ?

Allora non facciamoci prendere dallo sconforto e.....

chiediamo a questo 2008 di darci un pò di fiducia ma soprattutto un pò di impegno affinchè, tassello dopo tassello, si riesca a cambiare qualcosa.
Il cambiamento è qualcosa che nasce dalla gente. Stia vuole che le rivoluzioni, armate o culturali, sono state spinte dalla gente stanca di quanto succedeva e desiderosa di innovazione.
Non facciamoci del male.
Remiamo tutti per far camminare la barca e finiamola di starci solo sù finchè ...."la barca và".

Nicola Andrucci ha detto...

l'Italia è da sempre un paese "genio e sregolatezza". Cerchiamo di tenerci i nostri geni e far si che la sregolatezza non vada a inficiare il benessere comune.

Mont ha detto...

Nessuno discute la bellezza dell'Italia. Ma è un discorso farlocco.

L'Italia è effettivamente una meta turistica. La gente viene, si fa la foto davanti al colosseo/torre di pisa/duomo di milano/discarica di napoli e poi torna a casa contenta. Ma come l'italiano che va in america: va, si fa la foto sotto la statua della libertà e poi torna.

Il problema dell'italia è il popolo italiano: il popolo dei furbi. L'italiano gode nel fottere il prossimo. Dal biglietto del tram alla società per azioni.
L'italiano evade il fisco e paga lo strozzino: poi si lamenta che le tasse sono alte e parla bene del farabutto che gli fotte i soldi. L'italiano vuole e basta. Non si sente in dovere di dare. Padoa Schioppa, che Giove lo abbia in gloria, a suo tempo disse una cosa vera: "le tasse sono una cosa bellissima". Questa è una perla della democrazia. Non sto a giudicare la politica del governo (bleah) ma il concetto di popolo. Un popolo si aiuta.
L'italiano si fotte.
L'italia è un bel paese pieno di farabutti.

Ho una proposta: riempiamo l'italia di svedesi.
Se non dovesse risolvere nulla, almeno mi potrei scopare un biondino.

Anonimo ha detto...

Grande Mont concordo in pieno.
L'italiano non e' solo furbo ma anche paraculo.
Ultimamente ho avuto indigestione di sue entita' CL (o derivati). Gentaglia! Convinta di essere un'elite solo perche' nella vita non hanno dovuto faticare: chi si e' comprato la laurea, il lavoro etc.
Fosse per me li rinchiuderei tutti.

L'italia e' bella, ma come paese. Chi la abita merita la peggior fine possibile.

Il bello e' che la maggioranza di questa popolazione e' talmente stupida da non rendersi conto che si sta rovinando con le proprie mani.

BEN VENGA STO CAZZO DI DECLINO!

AFFANCULO I CL, IL VATCIANO, I PARACULI E I FURBI. FANCULO AGLI ITALIANI!

Nicola Andrucci ha detto...

@mont: allora, già che ci siamo, portiamo giù pure le svedesi. Il problema poi sarà: dove li mandiamo gli italiani? :-D

Anonimo ha detto...

al rogo ?

maurysto ha detto...

No scusate ma io non ci sto !!

Mont : Ma credi che gli altri popoli siano tutte rose e fiori ? Che siano tutti ligi e contenti di pagare tasse e osservanti delle leggi ?
Ma li leggi i giornali si o no ?
Inghilterra : se non ricordo male e se la memoria non mi tradisce hanno fatto fuori Lady Diana per chissà quali motivi, maggiordomi gay per il principe Carlo e tante altre schifezze per non parlare di furti e rapine.
Svezia : anche qui se non ricordo male cè stato uno scandalo parecchio forte a livello politico e mostri vari che sezionano e seppelliscono cadaveri in giardino.
Francia : i francesi non sono da meno in tema di evasione e truffe.
Austria e Germania: i naziskin non mi sembrano proprio così felici dello stato che hanno e poi violentano e stuprano.

Potrei continuare ma sarebbe inutile.

Cosa pensate ? Che quello degli altri è meglio ? Volete far venire gli svedesi qui ?
Ma che senso ha questo clima disfattista da teorema catastrofico per cancellare tutto ciò che è ITALIANO ?

Non saremo un popolo ammirevole, bene lo so, ma neanche possiamo dire di essere peggio degli altri.

Per anonimo :
Se proprio non ti va bene questa Italia, ripeto con tutti i suoi difetti indubbiamente, perchè non vai via ?
che significa declino ?
declino è quando tu dici così .....

Mont ha detto...

Caro Maurysto,
tu stai paragonando casi particolari contro il generale. Io ho detto che in Italia chi non paga le tasse è FURBO, e NON CRIMINALE. In svezia tutti, o almeno la maggior parte, pagano le tasse perchè è un DOVERE CIVILE. In Inghilterra poco tempo fa, un contabile che lavorava per un tizio, quando gli è stato chiesto di cancellare qualche cifra HA DENUNCIATO IL SUO CLIENTE.
Non si parla di serial killer, di stupri o di incesti. Quelli sono casi particolari.
Non mi permetterei mai di dire che l'Italia è il paese delle FRANZONI.
Non è vero.

Si parla di DEMOCRAZIA, e democrazia, purtoppo per te vuol dire TASSE.
Ci sono paesi che grazie a questo senso civico hanno PAGATA la scuola ai figli fino all'UNIVERSITA'.

A me sembrerebbe un passo enorme considerare l'evasore un criminale e non un furbo.

Ma dal paese dove si depenalizza il falso in bilancio non posso aspettarmi molto.

PS: per favore notate tutti che non ho commentato l'espressione "maggiordomi gay e tante altre schifezze" perchè ho un chip nel cervello che mi fa percepire certe cose come lapsus.

Nicola Andrucci ha detto...

@mont: credo pure io che sia un lapsus. Tra l'altro ho notato che il sito "notiziegay" ogni tanto linka le mie notizie (quelle sul vaticano), l'ho visto tramite technorati.
Notte ragazzi,
e Buona Pasquella!

maurysto ha detto...

"Il maggiordomo gay e schifezze simili" non voleva assolutamente essere discriminante verso la categoria ma esplicativo di una, permettetemi, "anormalità" verso il ruolo istituzionale ricoperto dagli interessati citati.

Non mi sembra questo il momento, comunque, di polemizzare sui gay che tra l'altro stimo e rispetto.
L'argomento che si tratta è un altro ed è a quello che voglio ritornare.

L'evasione fiscale, caro Mont, seppur malattia endemica insita nella mentalità di ogni popolo, è direttamente proporzionale al rapporto : misura di imposizione/servizi erogati.

Se mi metti le tasse alte e mi eroghi un mare di servizi allora le tasse sevono a qualcosa e le pago (paghiamo, pagate, pagano) volentieri, ma se le tasse servono a far mettere i soldi in tasca a tanti che non fanno nulla o a finanziare impiegati pubblici e macchina dello stato che non funziona allora l'evasione, sebbene indegna pratica ed assurdo comportamento, trova giustificazione.

In sunto :

In Svezia le tasse le pagano e sono anche tante ma hanno un livello di servizi che noi ce lo sogniamo.

In Svezia le donne che lavorano portano i bimbi agli asili pubblici, mia moglie per lavorare paga la baby sitter o l'asilo privato..... ed in Italia le tasse sono almeno ad un 65% dei redditi.

Allora : le tasse vanno pagate da tutti.
L'uso delle tasse, però, deve essere consono ed efficiente.

Finchè non ci sarà questo, l'evasione sarà sempre altissima.

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: come ho detto anche in altri post il grosso problema sono:
evasione fiscale;
inefficienza del sistema pubblico.
Ciò fa si che le tasse siano alte e i servvizi spesso poco efficaci.
E' un problema dei cosiddetti paesi "conservatori familisti" tipici dell'europa meridonale (questo ci accomuna a spagna, portogallo e grecia, ad esempio).
Bisogna lavorare soprattutto sull'efficienza pubblica, poiché gran parte dei nostri soldi vanno sprecati.
Le tasse potranno essere diminuite di conseguenza, allo stato attuale è molto difficile, significherebbe bloccare la macchina pubblica e buttarci fuori dai parametri europei (che già, vedi quello sul rapporto debito/pil, che dovrebbe essere al 60%, non rispettiamo. Noi siamo a circa 104%, per dirla tutta...)

Anonimo ha detto...

@maurysto
si l'italia non mi piace e per questo me ne sono andato. ora mi godo questo declino meritatissimo da un paese civile.
Non commento le critiche che hai fatto ad altri paesi che rispetto all'italia sono di gran lunga al di sopra.

maurysto ha detto...

Seguo con molta assiduità ed interesse la nota trasmissione Striscia la Notizia che nelle ultime settimane, ma è una cosa che fanno da anni e anni, ha focalizzato l'attenzione su immani sprechi ed assurde situazioni di denaro pubblico sperperato a vantaggio di pochi soggetti.
In Calabria un paesino di pochi abitanti ha 3 (TRE) Palazzetti dello Sport nel raggio di pochi chilometri e tutti e tre inutilizzabili perchè non completati ;
Stazioni ferroviarie fantasma a Roma realizzate ed utilizzate solo 15 giorni ai tempi dei Mondiali Italia '90, poi abbandonate.
Ospedai iniziati 20 anni fà e mai completati, strutture sportive, centri pubblici abbandonati costati miliardi e miliardi......sprecati.

Siamo il 4° paese AL MONDO per livello impositivo fiscale e per curarci in fretta dobbiamo andare nei centri privati e pagare per quello che abbiamo già pagato, per lavorare in due una famiglia deve portare i figli agli asili privati o trovare le baby sitter e per avere di più dalla scuola pubblica dobbiamo pagare corsi integrativi privati per approfondire la cultura dei nostri figli, per i quali spendiamo una cifra assurda di tasse.

Ma voi vi siedereste al tavolo di un ristorante mediocre per pagare 250 euro un piatto di pasta scotta al burro ?
E poi sentirvi dire che per il ragù cè la differenza ?
Che il servizio del cameriere non è compreso ?
Che le bibite sono a parte ?
Che il parcheggio è a 1 chilometro ?

In Italia succede questo.

@Mont : vogliamo criminalizzare gli evasori ? Facciamo pure è semplicissimo.
Vogliamo rendere reato penale l'evasione fiscale ? Bene, facciamolo.

Ma ad una richiesta di pagamento di qualsiasi cifra per un servizio, deve corrispondere "il servizio" se nò l'imposizione fiscale è estorsione legalizzata e genererà sempre evasori.

Criminalizzare gli evasori mi sembra giusto per ragionamento di fondo, ma mi sembra anche qualunquismo di sinistra pretendere soldi per non dare nulla o per "fidelizzare" serbatoi di votanti con opere di assistenzialismo puro che generano solo false aspettative.

Nicola, sto scrivendo un articolo sulla situazione di Napoli (io sono napoletano), che ti pregherei di pubblicare anche nel tuo blog, visto che nessuno fin ora ha speso alcuna parola per questa città asfissiata dall'immondizia.

Anonimo ha detto...

Secondo me e' un discorso inutile.
Ci sono italiani al governo, sia centrale che locale. Nessuno di questi ha dimostrato di essere in grado di governare.

Ci sono italiani alla guida di aziende italiane. Nessuno di questi ha dimostrato di saper portare avanti un'azienda (Alitalia, FIAT, Parmalat etc.etc.etc.)

Ci sono italiani come lavoratori. Molti di questi si sono dimostrati nullafacenti o incapaci.

Ci sono italiani come cittadini. Nessuno di questi ha dimostrato di essere civile e responsabile.

L'italia e' questa. Rassegnatevi.

maurysto ha detto...

Potrai rassegnarti tu, da Anonimo.

Io, da Maurysto, non mi rassegno.

Hai cambiato nazione, quindi non sei più cittadino italiano ?

Bene. Meglio per tutti.
Di disfattisti non ne abbiamo bisogno. Abbiamo già troppe disfatte.
Cerchiamo ottimisti con la voglia di fare e di cambiare.
Io mi sento e mi sono sentito sempre un ottimista.

Anonimo ha detto...

Da anonimo do' un consiglio dal cuore. Sei ottimista e hai voglia di fare? Emigra e non perdere tempo in un paese che non puo' far altro che peggiorare. Poi se vuoi sprecare tempo prezioso, fai pure... ma e' solo tempo sprecato.

Nicola Andrucci ha detto...

@maurysto: mandami l'articolo sulla situazione di Napoli. Io da esterno mi sento dire una cosa: un personaggio come Bassolino dovrebbe vergognarsi, dimettersi e sparire dalla scena pubblica per sempre. E' dal 1993 che è al potere e abbiamo ben visto le cose che ha combinato.